Pagine

lunedì 31 ottobre 2011

Bottiglia mezza piena

Ovvero, la mia terza volta a Carpenedolo:
  • 9 Novembre 2008: 1:28:56, 180.mo/485 (Cat.: 39/75)
  • 7 Nov 2010: 1.18.31, 62.mo/882 (Cat. 12/159)
  • 30 Ottobre 2011: 1.18.12, 65.mo/816 (Cat. 11/151)
Una ventina di secondi rosicchiati al PB, ci sarebbe di che esserne felici, ma non é da me...

Foto da podisti,net

Parto inscatolato, come sempre: non troppo indietro ma, grazie ai soliti Top che si attardano nel riscaldamento, decisamente piú compresso e accaldato del solito.
Tempo millecinquecento metri ed ho adocchiato i due che a Bedizzole mi hanno staccato al 18.mo, vittima di crisi da svogliatezza. Stavolta mi metto al traino: 10'31" ai 3000, 17'43" ai 5000, 36'03" ai 10K, tutto secondo i piani poi, alla curva a gomito che immette nel centro di Montichiari, non cambio il passo e perdo il treno. Resto solo per un paio di Km, con il tarlo che comincia a rosicchiare, e mi lascio raggiungere dal gruppetto che sta portando la Ricotta al traguardo. Mi unisco a loro e continuo a sbirciare l'orologio, pessimo segno.

La colonna infame
Dopo il transito dell'ora (circa 16.4K, una proiezione sull'ora diciassette e rotti), mi rimetto in testa al gruppetto, con la prima delle donne che ansima alle mie spalle, ma dura poco.
Poco prima del 19.mo mi faccio bruscamente da parte e rallento, senza fermarmi. Il tarlo, silenziosamente, gioisce. Tra pensieri cupi tiro a campare fino all'arrivo, perdendo una trentina di secondi dal resto del gruppetto.

Questo 77 sta diventando un'ossessione.

3 commenti:

cooksappe ha detto...

77!

nicolap ha detto...

non avrai mica preso il mio unico brutto vizio...?

Daniele ha detto...

vizioso e ambizioso, confermo.
ottimista mai.